Ingegneria meccanica

Da lungo tempo l’essere umano ha creato macchinari che permettono di moltiplicare la sua forza e la sua abilità, utilizzando le leggi fisiche o captando l’energia presente nella natura. Dal deragliatore di una bicicletta al turboreattore di un aereo, dai parchi eolici alla protesi di un ginocchio – l’ingegneria meccanica è infinitamente vasta e in costante evoluzione.

L’ingegneria meccanica è nata dalla perenne esigenza degli esseri umani di dominare l’ambiente, dalla loro voglia di capire come funziona e dalla loro volontà di utilizzare a loro vantaggio le leggi che reggono la natura. L’ingegneria meccanica svolge un ruolo essenziale in tutti i campi caratterizzati da sfide importanti. Per citarne tre esempi:

  • L’utilizzo responsabile delle risorse naturali: gli ingegneri meccanici immaginano e costruiscono gli impianti di trasformazione dell’energia solare, eolica, termica e idraulica.
  • I trasporti: dalla bicicletta al razzo, dal treno all’auto e all’aereo, sono numerosi i settori in cui l’inventiva degli ingegneri meccanici ha sempre potuto esprimersi in modo spettacolare cercando risposte ottimali alle preoccupazioni della società.
  • La produzione di beni: questi specialisti della meccanica sono una figura importante in tutti i processi di fabbricazione industriali. Essi contribuiscono a ripensarli per ottenere migliori rendimenti e un funzionamento più rispettoso dell’ambiente.

Presentazione del programma

Il Bachelor è un insieme coordinato e strutturato di corsi, esercitazioni, lavori pratici e progetti volto a fornire una solida base nella formazione in ingegneria. È articolato in un ciclo propedeutico di un anno seguito da un ciclo di due anni. Il ciclo propedeutico è dedicato principalmente all’acquisizione delle basi politecniche, come l’analisi o la fisica, ed è completato da corsi specifici all’ingegneria e all’ingegneria meccanica. Il secondo e terzo anno del Bachelor completano la formazione politecnica e in seguito trattano in modo approfondito tutte le basi dell’ingegneria meccanica, dalla concezione meccanica all’automazione, dalla meccanica dei solidi e delle strutture alla meccanica dei fluidi e alla termodinamica.

Bachelor: piano di studio semplificato

Master: prospettive

Il Master offre sei campi di studio:

  • Aero-idrodinamica (flussi di aria, fluidi complessi e interazione fluido-struttura)
  • Automazione e meccatronica (discipline scientifiche e tecniche che sfruttano la retroazione per la condotta dei sistemi dinamici)
  • Progettazione e produzione (metodi e tecnologie che permettono di passare dall’idea di un prodotto alla produzione)
  • Energia (l’utilizzo razionale dell’energia per una società sobria ed efficace)
  • Meccanica dei solidi e delle strutture (assemblaggio di solidi deformabili allo scopo di ottimizzarne le loro prestazioni)
  • Biomeccanica (lo studio della fisiologia sulla base della meccanica e la loro applicazione, ad esempio gli impianti ortopedici)

L’offerta di formazione è completata da accordi per il conferimento di un doppio diploma rispettivamente in ingegneria aerospaziale con l’ISAE-SUPAERO di Tolosa e in ingegneria automobilistica con la TUM di Monaco di Baviera.

 Informazioni dettagliate in inglese

Dopo il Bachelor vengono offerti anche altri programmi, tra cui alcuni Master interdisciplinari.

Più informazioni sui programmi di Master in inglese.


Si prega di notare che le informazioni relative alla struttura dei programmi e ai piani di studio semplificati sono soggette a modifiche e non sono giuridicamente vincolanti. Solo i regolamenti ufficiali e i piani di studio fanno fede.

Sbocchi professionali

In virtù della presenza quasi sistematica di componenti meccaniche negli oggetti di uso quotidiano, la formazione in ingegneria meccanica offre sbocchi molto vari. In testa agli ambiti interessati si trovano certamente quelli della costruzione (automobilistica, navale, aeronautica o aerospaziale), dell’industria delle macchine, della conversione e della gestione dell’energia.

Molti diplomati accedono al mondo della grande industria e sono chiamati a specializzarsi nella progettazione di nuovi prodotti o nella loro produzione, o ancora nel marketing: il loro ruolo consiste allora nell’identificare o nello sviluppare nuovi mercati e fornire consulenza ai clienti.

Altri hanno la possibilità di combinare questi ruoli impiegandosi in realtà più piccole, o creando strutture proprie, vista l’ampia disponibilità di domini di innovazione che riguardano la meccanica.

Infine, alcuni diplomati scelgono di proseguire il loro percorso accademico accedendo a un programma dottorale in Svizzera o all’estero. Da notare anche che la formazione in ingegneria meccanica è universalmente riconosciuta e permette facilmente di progettare una carriera internazionale.


Alumni: cosa ne sarà di loro?

Vanina Nicolier

Seguite il percorso che vi interessa. Penso che sia il modo migliore per trovare un lavoro che vi piacerà.

Vanina Nicolier, Bachelor e Master in Ingegneria meccanica

Contatto

Per più informazioni su questo programma di studio si prega di contattare: [email protected] / +41 (0)21 693 29 47


Per informazioni generali e pratiche in italiano si prega di contattare il Servizio di promozione dell’educazione: [email protected]