Fisica

Dall’infinitamente piccolo all’infinitamente grande, il mondo che ci circonda cela numerosi misteri. Fin dall’inizio dei tempi, l’umanità si interroga sulla natura delle cose e sulle leggi che dettano l’evoluzione dell’universo. La curiosità, principale motivazione dei fisici, li ha condotti a scoperte affascinanti, come la struttura dell’atomo, la teoria della relatività, la fisica quantistica o la doppia elica del DNA.

La fisica è la scienza fondamentale del mondo naturale. Generalmente è suddivisa in due parti: la fisica classica e la fisica moderna.

La fisica classica permette di descrivere i fenomeni naturali su scala macroscopica. Comprende la meccanica newtoniana, la termodinamica e la teoria elettromagnetica ed è completata dalla teoria della relatività ristretta formulata da Einstein nel 1905, che ha condotto a una nuova concezione dello spazio, del tempo e del movimento. La descrizione dettagliata del movimento di un satellite è possibile nel quadro della meccanica classica. Ciò ha permesso agli esseri umani, tra l’altro, di andare sulla luna.

La fisica moderna nata nel XX secolo tiene conto della natura discreta della materia. La meccanica quantistica adotta un approccio completamente diverso dalla fisica classica e si applica a tutta una serie di sistemi. Essa permette ad esempio di prevedere con precisione i livelli di energia degli atomi. Il dualismo onda-particella che si applica sia alla luce (con la nozione dei fotoni) che alle particelle elementari come gli elettroni, rappresenta un successo della fisica moderna.

La matematica rappresenta uno strumento indispensabile per tutte le scienze e in particolare per la fisica. È il linguaggio universale che permette agli scienziati di capirsi. Per questa ragione, all’inizio degli studi di fisica, si pone l’accento particolarmente sulla matematica. La fisica è innanzitutto una scienza sperimentale nella quale ogni nuova teoria deve essere confrontata alla realtà. In questo contesto, la nozione di misurazione è essenziale e non è possibile concepire studi di fisica senza esercitazioni pratiche.

Presentazione del programma

I fisici sono sia ricercatori che responsabili di progetti e team. Il loro compito è quello di trovare soluzioni a problemi tecnici concreti. La loro formazione di generalisti apre prospettive professionali vaste quanto il loro campo di investigazione. Possibili opzioni di carriera, dove i fisici possono evolvere secondo le loro aspirazioni e le loro competenze sono ad esempio la ricerca di base, la ricerca applicata nel campo delle tecnologie avanzate, la gestione di aziende o istituzioni pubbliche o l’insegnamento. Gli studi in fisica richiedono – anche se molto vicino al mondo del concreto – buone capacità matematiche, rigore scientifico e una tendenza a concettualizzare e ad astrarre.

Bachelor: piano di studio semplificato

Nel primo anno (anno propedeutico) si acquisiscono le basi dell’analisi, dell’algebra lineare e della fisica generale.

Nel secondo e terzo anno si continua con materie di studio più specifiche come ad esempio la meccanica analitica, la fisica quantistica, la fisica statistica e la fisica dello stato solido. Il programma di studio è completato da vari corsi a scelta e stage.

Master: prospettive

Questo Master offre un’ampia scelta di opzioni che coprono quasi la totalità dei campi della fisica:

  • Theoretical, quantum and statistical physics
  • Solid-state physics
  • Relativity and cosmology
  • Plasma physics
  • Optics
  • Nuclear and particle physics
  • Biophysics
  • Astrophysics
  • Nonlinear systems
  • Chaos

La formazione comprende anche lavori pratici in laboratorio (high-energy physics, accelerator physics, surface physics, etc.). Infine, per ulteriori 30 crediti ECTS, gli studenti possono scegliere sia una specializzazione (Minor) in ambiti come l’ingegneria aerospaziale o la tecnologia medica, che uno stage di quattro a sei mesi nell’industria per ottenere il titolo di Ingegnere fisico.

Informazioni dettagliate in inglese

Dopo il Bachelor vengono offerti anche altri programmi, tra cui alcuni Master interdisciplinari.

Più informazioni sui programmi di Master in inglese.


Si prega di notare che le informazioni relative alla struttura dei programmi e ai piani di studio semplificati sono soggette a modifiche e non sono giuridicamente vincolanti. Solo i regolamenti ufficiali e i piani di studio fanno fede.

Sbocchi professionali

I diplomati in fisica, grazie alla loro ampia comprensione dei fenomeni e alle loro forti competenze nel campo della modellazione, possono accedere a opportunità professionali in numerose istituzioni e imprese attive in ambiti in costante evoluzione, come l’elettronica, le nanotecnologie, la scienza dei materiali o ancora le tecnologie mediche.

La solida formazione teorica e pratica, unita alla capacità di adattamento a tutti gli ambiti disciplinari che richiedano uno spirito analitico, permettono ai diplomati in fisica di far valere le loro competenze nei settori bancario e assicurativo.

Ancora, mentre alcuni scelgono l’insegnamento per condividere la loro passione per questa disciplina, altri si orientano verso la ricerca e lo sviluppo, proseguendo la carriera accademica nei numerosi programmi dottorali disponibili in Svizzera e all’estero.


Alumni: cosa ne sarà di loro?

Thibaut Vernay

I fisici si trovano ovunque: dalla ricerca di base alla finanza, dall’ingegneria alla politica.

Thibaut Vernay, Bachelor e Master in Fisica (2008), poi tesi di Dottorato al Centre de Recherche en Physique des Plasmas (2013)

Contatto

Per più informazioni su questo programma di studio si prega di contattare: [email protected] / +41 (0)21 693 33 00


Per informazioni generali e pratiche in italiano si prega di contattare il Servizio di promozione dell’educazione: [email protected]